CARTA DI CREDITO PER MINORENNI: LA PRENDO?

“Mamma, quando mi dai la paghetta?”, “Papà, puoi darmi 10 euro per comprarmi i fumetti?”, “Mi avevi promesso che avremmo fatto l’abbonamento a Spotify…”. Quante volte ve lo siete sentiti dire? Per fortuna esiste un modo semplice per rispondere a queste domande o addirittura evitarle: una carta di pagamento per bambini e ragazzi. Vi spieghiamo tutto.

LA CARTA PREPAGATA (O DI DEBITO) UTILE PER GENITORI E FIGLI!

Al giorno d’oggi, con l’emergere delle neo-banche – fintech che offrono servizi finanziari digitalizzati e accessibili al cliente – fioriscono le offerte di carte per minori (che rispondono alle esigenze dei genitori). Quali sono le migliori? Scopriamone insieme i vantaggi:

I vantaggi per i genitori

La priorità per un genitore è la sicurezza, giusto? Con una carta prepagata, come Pixpay, nessuno scoperto è possibile; si possono impostare dei limiti di pagamento e prelievo, bloccare dei negozi (tipo i bar, i tabacchi, i giochi d’azzardo, ecc.) o gli acquisti online e monitorare le spese in tempo reale direttamente sullo smartphone.

Lato praticità, non c’è niente di meglio: si può programmare l’invio automatico della paghetta, settimanale o mensile, ricaricare la carta in un clic dal telefono e bloccarla se c’è un problema. È un servizio che semplifica davvero la vita e che si rivela particolarmente utile quando i figli sono a distanza. (Se sono all’estero, controllate bene le tariffe sul sito: le commissioni possono variare all’interno e all’esterno della zona euro).

Le carte per minori tipo Pixpay, sono anche uno strumento educativo perfetto per iniziare a parlare di soldi con i propri figli (argomento a volte delicato) ed educarli finanziariamente. Stabilire insieme delle regole, permette di dimostrare ai ragazzi che si ha fiducia in loro e di renderli più autonomi.

I vantaggi per i ragazzi

Per i ragazzi, a partire dai 10 anni, avere una carta di pagamento significa poter pagare ovunque in autonomia e responsabilizzarsi sulla gestione del denaro. Addio elemosina della paghetta (perché sì, spesso i genitori la dimenticano) o della carta di credito dei genitori per gli acquisti online. Con la carta imparano a gestire le loro spese, possono comprarsi un gelato all’uscita da scuola o dei vestiti su Vinted (con il servizio Pixpay potete ricevere i soldi dal portafoglio Vinted direttamente sulla vostra carta!) e non devono più girare con mille monete in tasca. Il rischio di perdita o furto è limitato e avere una propria carta è cool.

QUALI PRECAUZIONI PRENDERE?

Prima di prendere una carta per i vostri figli considerate questi aspetti:

Scegliere l’offerta giusta

Partiamo dalla base, ovvero dalle esigenze dei vostri figli. Hanno bisogno di una carta da usare solo per i pagamenti e i prelievi? La usano in maniera occasionale o tutti i giorni? L’offerta della vostra banca è adatta ai vostri bisogni? Si devono/possono impostare dei limiti di spesa o delle autorizzazioni specifiche con un’applicazione associata alla carta? La registrazione è gratuita? Che si tratti di una carta di debito, di credito, di una prepagata, di un circuito Visa o Mastercard, ci sono offerte adatte a ogni scopo. Per evitare spiacevoli sorprese, vi consigliamo una carta ad autorizzazione sistematica, la più sicura e adatta per un minore.

Stabilire i limiti e adattare le caratteristiche in base all’età e alla maturità

Anche se vi fidate dei vostri figli, è meglio essere prudenti, soprattutto quando iniziano a familiarizzare con l’uso della carta. In commercio ci sono tanti servizi gratuiti che consentono d’impostare una serie di limiti di sicurezza: importo massimo per prelievi e pagamenti, limite mensile da non superare, blocco di negozi, disattivazione dei pagamenti contactless. Questo permette di dare autonomia ai propri figli senza perdere il controllo. Naturalmente, il livello di autonomia varia in base all’età dei ragazzi e alle loro capacità di gestione del budget: a 10 e a 16 anni non siamo gli stessi, vero?.

Monitorare le spese e insegnare a gestire il denaro.

Si dice che la fiducia non esclude il controllo. Per questo, in molti servizi con parental control, è possibile consultare le transazioni effettuate dai ragazzi. L’obiettivo non è di spiare i propri figli, ma piuttosto di discutere con loro di eventuali eccessi. Alcune offerte permettono di monitorare solo il saldo, mentre altre, come Pixpay, hanno sviluppato delle app a “specchio” (una sullo smartphone del genitore e l’altra sullo smartphone del figlio) per seguire il dettaglio delle transazioni in tempo reale e insegnare ai propri figli a gestire il proprio denaro in modo intelligente. Per permettergli di sperimentare, senza rinunciare alla sicurezza, con Pixpay è possibile impostare un limite di pagamento settimanale o mensile, bloccare i prelievi o addirittura gli acquisti presso certe categorie di commercianti.

La maggior parte delle applicazioni consente anche di classificare gli acquisti per categoria di spesa (supermercato, cinema, fast food, ecc.): una soluzione molto pratica per seguire e analizzare le spese. Inoltre, è possibile impostare un risparmio automatico, ideale quando i ragazzi hanno in mente un progetto particolare: un nuovo paio di scarpe, delle auricolari Bluetooth, un viaggio, ecc.

QUALI SONO LE MIGLIORI CARTE PER MINORENNI?

Carte di debito, prepagate, ad autorizzazione sistematica… al giorno d’oggi c’è l’imbarazzo della scelta. Prima di richiedere una carta di pagamento, è necessario conoscere le diverse opzioni disponibili per voi e per i vostri figli. Scopriamole insieme:

Carte di debito

Questa categoria include sia le carte ad autorizzazione sistematica che le carte prepagate. La carta di debito è collegata ad un conto corrente e può essere utilizzata per gli acquisti online, nei negozi, in Italia e all’estero o per prelevare. L’addebito sul conto è immediato, quindi nessuno scoperto è possibile.

Carte prepagate

Le carte prepagate sono delle carte ricaricabili, spesso ad autorizzazione sistematica, non collegate ad un conto corrente. Consentono di effettuare acquisti o prelievi dopo un controllo automatico e sistematico dei fondi disponibili sul conto di deposito. È l’unico tipo di carta che non richiede un conto bancario e che si limita ad addebitare un conto di pagamento. Si noti che il canone e le commissioni di ricarica sono talvolta elevate (tra l’1% e il 10% della transazione).

Carte ad autorizzazione sistematica

Le carte ad autorizzazione sistematica sono uguali alle carte prepagate, con la differenza che il terminale di pagamento dipende dal saldo del conto corrente in tempo reale. Se il saldo è insufficiente, non è possibile effettuare transazioni. Inoltre, alcuni terminali di pagamento possono rifiutare la carta anche se è carica, soprattutto se non possono effettuare un controllo del saldo prima della transazione. È il caso delle stazioni di servizio, dei caselli autostradali, delle stazioni di pagamento dei parcheggi e degli autonoleggi.

Carte di credito

Le carte di credito sono uno strumento di pagamento rivolto agli adulti in quanto gli importi spesi o i prelievi vengono anticipati dalla banca che ha rilasciato la carta. Quindi, a differenza della carta di debito, permette di comprare beni e servizi senza avere sul conto corrente il denaro necessario all’acquisto. Si parla in tal caso di addebito differito.

Addebito differito o immediato?

È importante sapere che quando si scelgono queste carte, si deve anche scegliere tra l’opzione di addebito: immediato o differito. Nel primo caso, la transazione viene addebitata immediatamente sul conto del cliente, anche se la transazione non compare necessariamente all’istante sul conto bancario. Per la carta di addebito differito, invece, le transazioni vengono addebitate solo alla fine del mese.

COME FUNZIONA UNA CARTA DI PAGAMENTO PER MINORENNI?

Le carte per minorenni sono più sicure e controllate. Prevedono generalmente la ricarica da parte dei genitori, le notifiche e lo storico delle spese e nessuno scoperto è possibile. Tra le funzionalità: processo di apertura conto semplificato, distribuzione programmata della paghetta, operazioni istantanee di ricarica e prelievo e personalizzazione della carta.

I costi variano a seconda della banca: piuttosto elevati presso le banche tradizionali, più competitivi nelle neo banche (commissioni ridotte, a volte gratuite a seconda delle operazioni e delle zone). Il servizio Pixpay prevede un canone mensile di 2,99 euro per carta, tutto incluso e senza vincoli. Prevede, una carta Mastercard ad autorizzazione sistematica, un IBAN e due applicazioni (una sul cellulare del figlio e una sul cellulare del genitore) per permettere ai vostri figli di pagare ovunque in autonomia e responsabilizzarsi nella gestione del loro budget!

CHE DIFFERENZA C’È TRA PIXPAY E LE BANCHE TRADIZIONALI?

In primo luogo, Pixpay non è una banca e non vende prodotti di risparmio, di credito o di assicurazione ai clienti. Pixpay è una carta prepagata con IBAN che si appoggia al circuito Mastercard. La carta è collegata ad un’applicazione studiata appositamente per genitori e ragazzi.

Il servizio Pixpay offre molti vantaggi rispetto alle banche tradizionali:

  • Una sottoscrizione semplificata, veloce e 100% digitale sul sito Pixpay. Potete fare tutto da casa!;
  • Un’applicazione per i ragazzi e una per i genitori, per monitorare tutto in tempo reale direttamente sul vostro smartphone;
  • Operazioni e impostazioni istantanee, direttamente dall’app, senza bisogno di parlare con un consigliere;
  • Possibilità di ricaricare istantaneamente la carta dei ragazzi, senza dover aspettare 2 giorni dopo il bonifico;
  • Creazione di progetti e salvadanai per insegnargli a risparmiare. Potete anche invitare amici e parenti a partecipare, ed è gratuito: non viene prelevata alcuna commissione;
  • Compatibile con Apple Pay o Google Pay;
  • Zero costi aggiuntivi in Italia e nella zona euro. Perfetta per le gite scolastiche all’estero;
  • E tanti altri vantaggi da scoprire!

La carta prepagata Pixpay è collegata ad un conto corrente ed è compatibile con tutte le banche. Quindi non c’è bisogno di cambiare banca e l’invio della carta è gratuito.