CARTA PREPAGATA PER MINORENNI: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

La tendenza alla dematerializzazione dei pagamenti si è accelerata negli ultimi anni. Questo trend riguarda non solo gli adulti, ma anche gli adolescenti, che cercano strumenti di pagamento adatti al loro stile di vita, che gli permettano di acquistare su un sito o pagare con Apple Pay o Google Pay. Poco restrittive, le carte ricaricabili per minori, con o senza IBAN,  si appoggiano al circuito Visa o Mastercard e sono un’ottima alternativa ai contanti per dare la possibilità ai minori di gestire i soldi in modo smart e direttamente online, tramite smartphone. La differenza sostanziale con le classiche carte di credito sono i limiti del plafond, che consentono ai bambini e ai ragazzi di effettuare spese e realizzare qualsiasi prelievo senza brutte sorprese.

Pratiche, sicure e veloci: grazie ai loro numerosi vantaggi, le carte di credito per giovani stanno spopolando. Ecco la nostra recensione completa sulle migliori carte prepagate per minorenni.

COME FUNZIONA LA CARTA PREPAGATA PER MINORENNI?

La carta prepagata per minorenni è stata pensata per rispondere alle esigenze dei giovani dai 12 ai 17 anni. E per coloro che cercano una soluzione per i bambini a partire dai 10 anni, c’è Pixpay, l’app di teen banking online del circuito Mastercard. Lo scopo di questo metodo di pagamento è fornire uno strumento all’avanguardia, con canone mensile fisso e senza commissioni, con l’obiettivo di educare bambini e ragazzi a gestire da soli acquisti e prelievi.

Tutte le carte prepagate per minori lavorano su circuito Visa o Mastercard e permettono a tuo figlio adolescente di effettuare quasi tutte le stesse operazioni realizzate con la classica carta di credito. In concetro con la carta prepagata è possibile pagare tramite codice PIN o

La carta prepagata consentirà a tuo figlio adolescente di effettuare quasi tutte le stesse operazioni di una classica carta di credito, con l’utilizzo di un codice riservato (codice PIN) o contactless. Si possono pagare gli acquisti nei negozi e su Internet e si possono ritirare soldi con prelievo allo sportello ATM.

Tuttavia per ottenere una carta ricaricabile non è necessario avere un reddito o recarsi presso la filiale della banca. Che decidiate di passare per una banca tradizionale o una neo banca, la richiesta si effettua in pochi click sul sito web o direttamente sull’app. La carta prepagata può essere emessa a favore di un minore solo con il consenso di almeno un genitore o del tutore legale, che se ne assume la responsabilità. 

Anche i pagamenti diventano smart! La carta si ricarica a distanza e alcune carte propongono la ricarica gratis. Per le carte prepagate senza IBAN come IoStudio Postepay, Sella Junior, Revolut Junior e Fineco Pay, i genitori possono caricare i soldi presso uno sportello automatico ATM, in qualsiasi tabacchino o ricevitoria, sportelli fisici della banca o società emittente. Invece per le carte prepagata con IBAN, come Hype e la carta con autorizzazione sistematica Pixpay, è possibile ricaricarle online, direttamente dall’app, con la propria carta di credito o tramite bonifico. In questo modo il genitore può trasferire i soldi al proprio adolescente se si trova in gita scolastica o in vacanza all’estero e i famigliari, invece di dare i soldi a Natale o per il compleanno, possono ricaricare direttamente la carta. Anche la paghetta può essere automatizzata con versamento regolare. Diciamo finalmente addio al “Mamma, papà mi servono 10 euro”.

A differenza della carta di credito è necessario caricare l’importo spendibile sulla carta prima di effettuare qualsiasi operazione. Il plafond ha un limite definito dai genitori e si possono impostare dei limiti anche per i pagamenti e i prelievi. In questo modo si contengono le spese del minorenne e si facilita la gestione del conto corrente ai genitori. Gli acquisti e i prelievi sono autorizzati solo in presenza di saldo sufficiente. In questo modo si evitano gli scoperti e le brutte sorprese. E per quanto riguarda gli acquisti, si possono effettuare sia in un negozio che su sito web con codice PIN o contactless, con Apple Pay e Google Pay.

La maggior parte delle carte prepagate per minorenni sono collegate a un’app mobile che consente di controllare saldo e movimenti in qualsiasi momento. In caso di smarrimento o furto la carta si blocca direttamente dal cellulare. È un servizio indispensabile che rassicura genitori e figli: perché è importante insegnare ai giovani a gestire il proprio budget in modo indipendente, ma in totale sicurezza. 

Ma i vantaggi non finiscono qui: con la carta prepagata si può pagare ovunque in Italia, ma anche online e all’estero, in questo caso il costo della commissione cambia da un servizio all’altro. Si può dematerializzare la paghetta, ma soprattutto vostro figlio imparerà a gestire i suoi soldi in totale sicurezza! Lo avrete capito, la carta prepagata per minori ha tantissimi vantaggi.

CARTA PREPAGATA PER MINORENNI: PERCHÉ È UTILE?

Con la carta prepagata ricaricabile il minore è libero di effettuare la ricarica o i suoi acquisti, in negozio e online, sia in Italia che all’estero, da solo e voi state tranquilli che non potrà mai essere allo scoperto.

Grazie al Parental Control, proposto da carte come BNL YouPass, Hype, Revolut Junior e Pixpay, potrete monitorare saldo e movimenti a distanza e in qualsiasi momento del giorno e della notte. Potrete impostare il limite del prelievo di contanti e bloccare commercianti fisici e/o siti web. Grazie a questo servizio avrete la certezza che vostro figlio non potrà spendere più dell’importo accreditato sulla carta.

Il grande vantaggio della carta prepagata? La libertà ma con determinati limiti scelti dai genitori! 

Perché questo metodo di pagamento è un ottimo modo per insegnare a un bambino a familiarizzare con il denaro con un costo contenuto, ma al tempo stesso potete monitorare le sue spese e evitare un eventuale utilizzo di denaro inappropriato. Dando una carta prepagata a vostro figlio, gli insegnate in modo concreto e sicuro le prime nozioni di gestione del denaro e dei propri risparmi. Si tratta di un passaggio estremamente importante nello sviluppo della sua autonomia.

COME SCEGLIERE LA MIGLIORE CARTA PREPAGATA PER MINORE

Ormai al giorno d’oggi è possibile trovare una carta prepagata per minorenni nelle formule della maggior parte delle banche tradizionali come Banca Sella, Unicredit, Bnl e Intesa Sanpaolo. La posta ha lanciato la carta di credito per studenti IoStudio, una carta prepagata del circuito Visa che ha molto in comune con la classica Postepay. In un altro articolo condividiamo la nostra recensione sulla carta di credito per lo studente di Postepay. E se da un lato i costi di apertura, il canone mensile e le commissioni sono più elevate presso le banche tradizionali, presso le neo banche e le challenger banks come Hype, Revolut Junior, Flowe e Pixpay troverete le migliori soluzioni a costi più competitivi con funzionalità arricchite.

Se siete alla ricerca di una carta prepagata per il vostro bambino di 10 anni, dotata di IBAN e collegata a un conto corrente, con una doppia app intuitiva (una per il figlio e una per i genitori), Pixpay è fatta per voi. La carta è gratis, ha il Parental Control e tante funzionalità educative per responsabilizzarsi nella gestione dei soldi. Pixpay è un servizio all’avanguardia pratico e sicuro, che educa i ragazzi ai pagamenti digitali. Il canone è fisso e trasparente, a soli 2,99 euro, non ci sono commissioni nascoste e state tranquilli che non avrete brutte sorprese.